Napoli: la perla della Campania

beautiful naples panoramic view; Shutterstock ID 107963174; PO: Shutterstock; Job: Shutterstock Groupon global relicense 5000

E’ arrivato il tanto desiderato invito a quella festa organizzata in uno dei più locali alla moda della capitale dove suonano i migliori dj roma e non sai proprio cosa regalare al festeggiato? Un bel week end a Napoli può essere la soluzione che cerchi, Napoli è una meravigliosa città della Campania, facile da raggiungere con l’auto ma anche con il treno, in pullman o in aereo. Questa famosa e amata città è conosciuta in tutto il mondo per la bellezza del patrimonio artistico che custodisce, per la bontà del cibo e per l’allegria e il sorriso dei suoi abitanti.

Le attrazioni da non perdere
Com’è stato già detto in precedenza Napoli cela al suo interno un grande patrimonio storico artistico, riuscire ad ammirarlo in soli due giorni non è affatto semplice, però armati di voglia di camminare, scarpe comode e zaino in spalla è possibile scoprire una buona parte di tutta la sua bellezza. Di seguito sono illustrate alcune tra le maggiori attrazioni.

● Uno dei posti da visitare, per quanto riguarda la musica da DJ è sicuramente il locale Chandelier dove suonano i migliori Dj d’Italia, assolutamente consigliato se siete amanti della movida notturna o di superalcolici. Chandelier, Burnin, Happening, Flame: tutti locali con una sola tematica, cioè il divertimento e la musica più in voga in questo momento. Assolutamente consigliati tutti quanti.

Se invece preferite una visita a Napoli un po’ più classica con le mete turistiche più importanti vi consigliamo:

● Spaccanapoli è il caratteristico nome di una strada che osservata dall’alto taglia in due la città campana, lungo il suo tragitto è possibile scoprire il vero animo di Napoli, con i suoi vicoli stretti, la gente allegra e sorridente, i venditori ambulanti che commerciano vari generi di oggetti, botteghe e negozi. La strada inizia dai Quartieri Spagnoli e giunge fino alla zona di Forcella.
● La Cappella Sansevero che al suo interno custodisce il Cristo Velato, una delle opere più misteriose della città, secondo una leggenda infatti si narra che il velo di marmo che ricopre il Cristo, un tempo fosse di stoffa, ma il Principe di San Savero, noto alchimista dell’epoca, grazie ad una pozione magica, riuscì a trasformarlo in roccia. Il Cristo Velato è stato realizzato dallo scultore Giuseppe Sanmartino, l’opera fu ritrovata all’interno di una stanza segreta e messa in mostra nella Cappella di San Severo. La Cappella inoltre ospita molte altre bellissime opere.
● Il Museo Archeologico è stato inaugurato nel lontano 1816, al suo interno sono presenti opere di fama mondiale. La sua realizzazione fu decisa da Re Ferdinando IV, che voleva creare un istituto dedicato all’arte. All’interno dell’edificio sono presenti oggetti ritrovati dopo gli scavi della città di Pompei, distrutta a causa dell’eruzione vulcanica del Vesuvio, opere risalenti all’età greco-romana, egizie, etrusche e le monete della collezione Santangelo. Una zona particolarmente gradita dai visitatori è il Gabinetto segreto, dove sono custodite opere legate all’argomento dell’erotismo.
● La Piazza del Plebiscito, uno dei simboli della città di Napoli, cuore pulsante della vita dei napoletani e teatro delle cuccagne dei Borbone. La Piazza è una zona pedonale, al suo interno è presente il Palazzo Reale, struttura costruita nel 1500 in onore della visita del Re Filippo III, realizzata da Domenico Fontana.

Add a Comment

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *


neuf + 4 =